studio-mariani it 3-it-347311-welfare 001
studio-mariani it 3-it-347311-welfare 002
studio-mariani it 3-it-347311-welfare 003
Con te nel percorso
della tua vita aziendale
Scopri i nostri servizi di consulenza ›
studio-mariani it 3-it-347311-welfare 004

news

Non c’è scioglimento del vincolo sociale in caso di fallimento delle società di persone

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Ristrutturazione del consumatore non ammissibile in presenza di debiti promiscui

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Bonus colonnine ricarica

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Valenza probatoria della contabilità in nero

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Meritevolezza nella procedura di liquidazione controllata

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Concordato minore e pagamento del compenso dell’OCC

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Esonero previdenziale Inps per lavoratrici madri: istruzioni operative

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Bonus pubblicità

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Tassa vidimazione libri sociali 2024

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Atto notificato – mancanza della data

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Valutazione della colpa nella procedura di ristrutturazione dei debiti

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

news

Abolizione dell’Ace

Approfondisci studio-mariani it 3-it-347311-welfare 005

Welfare

Per l'anno 2024, viene confermata un'eccezione alle disposizioni dell'articolo 51, comma 3, del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR), il quale esclude dalla formazione del reddito da lavoro dipendente il valore dei beni ceduti o dei servizi prestati, purché l'importo complessivo non superi € 258,23 nel periodo d'imposta. Con la Finanziaria 2024 tale limite è stato innalzato € 1.000.
Pertanto non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente le somme erogate al dipendente, purché non superino complessivamente € 1.000 e riguardino:
  • il valore dei beni ceduti o dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti;
  • le somme erogate o rimborsate agli stessi lavoratori dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche, delle spese per l’affitto della prima casa o per il pagamento degli interessi sul mutuo relativo alla prima casa.
 
Tale limite è stato incrementato a € 2.000 per i lavoratori dipendenti con figli a carico.
VEDI TUTTE
Hai bisogno di maggiori informazioni?
studio-mariani it 3-it-347311-welfare 017    I nostri orari Dal Lunedì al Venerdì 9.00 - 13.00 | 14.30 - 18.30
via Antonio Gramsci 85
47122 Forli
Tel. +39 0543818248
Fax +39 0543818248
E-mail: segreteria@studio-mariani.com

P.Iva 02713451207 Privacy & Cookie Policy - Preferenze Cookie
Newsletter
Iscriviti e ricevi costantemente news e aggiornamenti
Credits TITANKA! Spa
Scopri lo
Scadenziario
Fiscale
Vai al sito Agenzia
delle Entrate  studio-mariani it 3-it-347311-welfare 018